Spazio genitori

Siamo in classe 5^!

Buon anno scolatico a tutti genitori!

Grazie della collaborazione e partecipazione alla vita della scuola!

Tutti gli articoli che si pubblicano sono principalmente perchè voi genitori possiate leggerli e conoscere un po’ di più la vita a scuola dei vostri figli, gli insegnamenti, le esperienze…

Qui ve ne linko alcuni che raccontano della “vita a scuola come ORGANIZZAZIONE di una famigliona”, meno didattici e disciplinari, ma senza i quali non funzionano nè gli apprendimenti, nè lo stare insieme.

Leggete e commentate, qui sotto, o in qualunque articolo dove vi interessi dire un vostro pensiero, parere… noi vi leggeremo e risponderemo. 🙂

Anno scolastico 2016-17 in classe 5^
collegamento all'articolo o documento e data di pubblicazione:

1- IN QUINTA! Pubblicato il

2- Festa dell’accoglienza Pubblicato il

3- L’aiuola dei bambini Pubblicato il

4- Parlare di ISIS ai bambini 

5- Attività di tutoraggio Pubblicato il

6- Giornata della memoria Pubblicato il

7- Lettere straniere per abecedario cl. 1^ (2^ attività di tutoraggio)

8- Carnevale a scuola! Pubblicato il

9- Continuità Primaria-Secondaria 1° Pubblicato il

10- Scienze e “no al bullismo” Pubblicato il

11- Primavera a Traona: FAI e FIORI Pubblicato il

12- Il 25 aprile Pubblicato il

13- La Bacheca della Scuola Primaria Pubblicato il

14- Primavera nell’aiuola! Pubblicato il

15- La famiglia adolescente Pubblicato il

 

 


QUI la vendita delle torte durante “le cantine” il 27-09 e il 04-10-2015

Anno scolastico 2015-16 in classe 4^
collegamento all'articolo o documento e data di pubblicazione:

1- Eccoci in classe quarta

2- Per il primo giorno… – 

3- Materiale scolastico

4- Leggere “Kio e Gus”  – 

5- Scatola delle cornicette…

6- Banchi a isola, in fila, a ferro di cavallo… – 

7- La calcolatrice – 

8- Riflessione per i genitori in pdf  (22-05-2016)

9-Parlare di ISIS ai bambini: quando, come e perché farlo (05-07-2016)

(è solo un’indicazione di lettura su questo argomento, trattato da persone competenti e pubblicato dalla casa editrice Erickson, sempre attenta alle problematiche che riguardano i bambini)

Al link sotto il libro (io non l’ho letto, ancora…)

http://www.erickson.it/Libri/Pagine/Scheda-Libro.aspx?ItemId=41402

_____________________________________________________________

Anno scolastico 2016-17 in classe 5^
collegamento all'articolo o documento e data di pubblicazione:

1- IN QUINTA! Pubblicato il

2- Festa dell’accoglienza Pubblicato il

3- L’aiuola dei bambini Pubblicato il

4- Parlare di ISIS ai bambini Pubblicato il

Annunci

13 risposte a Spazio genitori

  1. maestra Maria ha detto:

    Siamo alla fine dell’anno scolastico e anche dei cinque anni di scuola primaria per i “nostri” ragazzi! Ringraziamo i genitori per la collaborazione, e un grazie particolare per le rappresentanti che si sono alternate nel corso degli anni.

  2. Marina rappresentante ha detto:

    INTERCLASSE 17.5.’17
    In prima battuta si visionano e approvano i libri di testo per il prossimo anno scolastico.
    Relazioni delle classi
    Classe 5°
    Il gruppo classe è rimasto lo stesso da inizio anno. Vi sono 5 bambini con bisogni speciali, 3 con DSA e 1 con il sostegno.
    Gli alunni hanno mostrato interesse e partecipazione per tutto l’anno, anche se impegno e regolarità non sono stati adeguati. Si è perso l’autocontrollo a livello emotivo, in quanto vi erano molti distrattori: i bisogni di relazione tra loro (amicali e non soltanto) e il gruppo hanno spesso avuto la meglio rispetto agli interessi scolastici.
    Molto buono il comportamento sia a livello di rispetto degli spazi e dei materiali scolastici, sia all’esterno del contesto scolastico (gita, esperienza FAI,…). Buone l’armonia, la solidarietà e la cooperazione. E’ aumentata la consapevolezza del proprio stile di apprendimento. Buona la capacità di discussione, così come la ricerca di soluzioni nelle problematiche relazionali (meno a livello scolastico).
    Spesso viene data eccessiva importanza alle verifiche e si studia in funzione di queste, senza comprendere la necessità e la bellezza di studiare per apprendere (per sé). Lo studio e la rielaborazione personali per alcuni non sono ancora buoni. I compiti sono per lo più stati svolti con regolarità.
    Un piccolo gruppo (più contenuto rispetto allo scorso anno) ha ottime prestazioni. Un buon gruppo è autonomo ma non costante. Alcuni ancora necessitano aiuto.
    Progetti:
    continuità con i bambini di 1°. C’è stata una buon presa in carico dei bambini più piccoli con un aumento della responsabilità da parte degli alunni di 5° (che inizialmente avevano preso la proposta con un po’ di leggerezza).
    Musica;
    rugby;
    continuità con la scuola secondaria;
    esperto di motoria per 11 lezioni da dicembre a aprile (è in programma una giornata conclusiva);
    Una terra da amare e conservare (cantine, aiuola in condivisione anche con altre classi, FAI,…)
    Kids creative lab, sul tema della salvaguardia dell’ambiente marino, con la maestra Barbara, in immagine;
    visita guidata alla parte romana di Verona: si è rivelata molto arricchente a livello storico, ma anche relazionale (anche con i bambini di Mantello).
    VARIE
    Tutte le insegnanti sottolineano come il tempo pieno si riveli funzionale per aiutare i bambini a memorizzare meglio le nozioni spiegate, consentendo di riprenderle più volte e rinforzarle con molti esercizi. Nel tempo breve invece la parte del ripasso e dell’esercizio è rimandata ai bambini con le loro famiglie e spesso non si riesce ad approfondire come sarebbe necessario. I programmi sono gli stessi, ma il tempo pieno permette di affrontarli con metodi, strategie e strumenti migliori.
    Inoltre le insegnanti sottolineano come la revisione costante a casa dei quaderni e del lavoro svolto in classe crea un’abitudine nei bambini che alla lunga si rivela molto funzionale.
    PROGETTI DI PLESSO
    Progetto musicale, conclusosi a dicembre.
    Frutta nelle scuole: si aveva avuto la disponibilità per il progetto, ma poi, vista la grande richiesta da parte di molte scuole, è stato comunicato che la scuola di Traona ne era stata esclusa in quanto aveva già usufruito del progetto in passato.
    Progetto ERG: facendo rifornimento ai distributori ERG sarà possibile devolvere dei punti alle scuole, che poi otterranno dei premi.
    Con i punti Iperal erano stati donati alla scuola €1.000: sono stato dati € 50 ad ogni classe (tot € 350), con € 100 è stato acquistata carta per le fotocopiatrici. Restano € 550 da spendere entro fine dicembre.
    Progetto FAI: il comune ha donato alla scuola cartucce per le stampanti per un valore di € 160.
    Per il prossimo anno è stata fatta la richiesta (ma non si è ancora avuta conferma) per un progetto di sviluppo delle competenze di base della lingua inglese, per le classi 3°, 4° e 5°. Le lezioni si svolgeranno in orario extra scolastico (presumibilmente il sabato mattina per il tempo pieno e un pomeriggio per le altre classi), avranno la durata di 2-3 ore, verranno tenute da insegnanti di madrelingua e non saranno obbligatorie. Il grande vantaggio consiste nel fatto che il progetto sarebbe gratuito per le famiglie. Occorre però un certo numero di bambini perché possa eventualmente partire.
    Non è ancora stato comunicato se viene riproposto il progetto della “Giunti” che lo scorso anno ha consentito alla scuola di avere numerosi nuovi libri per la biblioteca. Nel caso lo si comunicherà tramite la bacheca scolastica.
    La consegna delle pagelle sarà il 16 giugno.

  3. caterina ha detto:

    Con le giornate FAI abbiamo avuto la dimostrazione di quanta ricchezza e quante capacità abbiano i nostri bambini e di come sappiano tirarle fuori se ben guidati! Un grazie sincero alle insegnanti che ci hanno messo tanta passione, impegno e tempo (anche extra-scolastico!). Continuiamo così anche noi genitori… i nostri figli non aspettano altro.
    Marina

  4. maestra Maria ha detto:

    Grazie Marina.
    Buona lettura ai genitori e, in particolare, state molto vicino ai vostri ragazzi!

  5. caterina ha detto:

    Buonasera maestra Maria, le invio il verbale dell’ultimo interclasse da pubblicare sul blog. Grazie mille!
    Marina

    INTERCLASSE 18.01.’17

    SITUAZIONE DELLE CLASSI A FINE 1° QUADRIMESTRE
    CLASSE 5°
    Le insegnanti evidenziano come per la prima volta si siano presentate problematiche (comportamenti e atteggiamenti) propri della preadolescenza. Un gruppo di alunni si è aperto in modo molto deciso verso il mondo adulto, con però gli strumenti dei bambini di 10 anni. Ciò ha portato a un sostanziale calo di interesse nei confronti della scuola, interesse indirizzato invece verso altro. Inoltre ci sono state grandi modifiche nelle modalità relazionali sia nei confronti dei compagni che delle insegnanti. A ciò si è aggiunta la conseguente divisione fra alcuni alunni, in quanto alcuni sono in un certo senso “cresciuti”, invece altri hanno rifiutato questo cambiamento ancora precoce per loro.
    Quest’anno inoltre sono stati inseriti tre nuovi compagni.
    Tutto ciò ha comportato un iniziale periodo di assestamento per ricreare il gruppo classe e rimettere in ordine le regole e gli equilibri relazionali. Attualmente si può di nuovo parlare di coinvolgimento e collaborazione a livello di classe, anche se il lavoro svolto dalle insegnanti è stato faticoso. Guida e controllo da parte delle maestre sono tuttora necessari, anche se gli obiettivi a cui puntano sono sempre e comunque autonomia e responsabilità. Gli strumenti utilizzati sono l’ascolto, l’espressività dei bambini, la sistematicità nella rilevazione di comportamenti negativi, gli incarichi per una maggiore responsabilità, l’adeguatezza negli interventi, …
    Le maestre rilevano in generale delle buone capacità nelle diverse discipline e a livello di socializzazione (la buona integrazione dei nuovi alunni ne è un esempio), ma al tempo stesso notano un grande bisogno di sfogarsi da parte dei bambini, soprattutto nel momento del dopomensa.
    A fianco di un gruppo di bambini autonomi e interessati ce n’è un secondo (maggiore rispetto agli scorsi anni), che si è staccato dal primo, in quanto pur avendo le capacità ha un minor interesse.
    Purtroppo sono da segnalare un aumento delle dimenticanze del materiale scolastico, così come dell’esecuzione dei compiti. Alcune famiglie sono meno attente nel seguire i propri figli, ritenendoli ormai grandi e autonomi. La fase che stanno per attraversare richiede invece oggi più che mai la presenza di genitori attenti ai propri figli e che danno importanza alla loro vita anche a livello scolastico.

    PROGETTI DI PLESSO
    La maggioranza dei progetti era già stata presentata nell’interclasse precedente. Alcuni di questi hanno subìto una pausa a causa della stagione invernale e riprenderanno con la primavera.

    CRESCERE CON LA MUSICA: anche quest’anno si è concluso il progetto totalmente finanziato dalla Filarmonica di Traona (con una spesa di circa € 2.000) e quindi completamente gratuito per le famiglie. I bambini hanno potuto ricevere le basi conoscitive delle note musicali, di alcuni strumenti e del canto corale. Visto che lo si ritiene un progetto molto valido da più punti di vista, il corpo insegnante ha valutato di proporre lo spettacolo finale di dicembre, con lo scopo di coinvolgere anche le famiglie per mostrare loro quanto i bambini avevano fatto, oltre che di dare un rimando ai bambini stessi valorizzandoli nelle loro capacità e nei loro apprendimenti.

    I progetti che riguardano più da vicino la classe 5° sono:

    1- Progetto continuità: si sono già svolti due percorsi con i bambini di classe 1°. A inizio anno per la preparazione della festa dell’accoglienza (con la realizzazione di un calendario); a novembre per la realizzazione in collaborazione del calendario dell’avvento (vedi blog). Sono in programma altre attività.
    Inoltre è in corso il progetto continuità con la scuola secondaria di primo grado: un primo incontro è già stato fatto. Si sono notati tempi troppo stretti, per cui si cercherà di organizzarsi diversamente. A febbraio ci sarà una nuova visita dei bambini alla scuola media, con una suddivisione in piccoli gruppi dei bambini di 5° che potranno assistere alle lezioni di classe media.

    2- Progetto FAI (Fondo Ambiente Italiano) apprendisti ciceroni. Il FAI mira alla valorizzazione dei beni culturali presenti in Italia. Quest’anno per le giornate FAI di primavera è stata scelta anche Traona (sabato 25 e domenica 26 marzo). Il progetto coinvolgerà i bambini di 3°, 4° e 5°, oltre che i ragazzi delle scuole medie. Tutti prenderanno parte alla preparazione delle spiegazioni storico-artistiche dei beni individuati a Traona, in quanto queste si svolgeranno a scuola. In seguito verrà inviato un sondaggio alle famiglie per la raccolta delle disponibilità per i due giorni FAI (la partecipazione dei bambini è libera in quanto non si tratta di tempo scuola). Nei prossimi giorni i bambini andranno in visita al palazzo comunale, assegnato alla loro classe.

    IPERAL PER LA SCUOLA: grazie alla raccolta dei bollini Iperal, la scuola ha ottenuto un buono acquisto dell’importo di € 1.000.

    CANTINE 2016: i proventi della vendita torte sono stati di € 1.118. Con l’aiuto di un fondo cassa già esistente si sono potuti acquistare 4 PC per la scuola. Sono già stati consegnati, si è in attesa di installare i s/w necessari. Attualmente in cassa sono rimasti circa € 30.

    REGALACI UN LIBRO: Grazie al progetto la scuola ha ricevuto all’incirca 150 libri nuovi (ancora da catalogare) che andranno a rimpiazzare quelli usurati della biblioteca.

    I prossimi appuntamenti saranno:
    8 febbraio – consegna delle pagelle
    19 aprile – colloqui con le famiglie
    15 maggio – interclasse

  6. maestra Maria ha detto:

    Grazie alla rappresentante Marina e buona partecipazone a tutti i genitori.

  7. caterina ha detto:

    Buongiorno maestra Maria. Le invio come al solito il verbale dell’interclasse del 9 novembre chiedendole di pubblicarlo sul blog. Grazie e a risentirci!
    Marina

    Interclasse 9.11.’16

    PROGETTI DI PLESSO
    Accoglienza: riscontro positivo della giornata organizzata con i bambini di 5°, il progetto continuerà nell’arco dell’anno con iniziative ancora da pensare in cui i bambini di 5° saranno tutor dei bambini di 1°.
    Una terra da amare e conservare: si continua la cura dell’aiuola e della serra; banco vendita delle torte all’apertura delle cantine: il contributo totale è stato di € 1.118, di questo il corpo insegnante ringrazia tutti coloro che si sono resi disponibili in vari modi. Si riconosce che l’iniziativa va ormai sostituita da altro, in quanto si è notato un calo nella partecipazione. Si accettano nuove idee anche da parte delle famiglie.
    Earth Day (22 aprile) che coinvolge 192 stati del pianeta.
    Giornata della commemorazione dei caduti: molto positiva la presenza dei ragazzi di 1° media che hanno presentato il lavoro svolto lo scorso anno; peccato che il cattivo tempo abbia messo in secondo piano i cartelloni che avevano realizzato; è stato elaborato un opuscolo con le informazioni raccolte e si chiederà all’Amministrazione Comunale di farne delle copie da diffondere, così da non perdere il patrimonio culturale raccolto.
    la frutta nelle scuole : progetto di cui è stato chiesto finanziamento ma ancora non si è avuta risposta;
    Kids Creative Lab (coinvolte le due terze e la quinta): il tema è la sostenibilità del sistema marino;
    Rugby: il progetto è terminato e ha coinvolto le terze, le quarte e la quinta. Nonostante le titubanze iniziali, anche da parte del corpo insegnante, per uno sport poco noto e valutato con troppo contatto fisico, la disciplina è stata molto apprezzata sia dai bambini, che dalle maestre. Molto positivo anche per il coinvolgimento dei bambini con DSA o con disabilità: si sono potuti osservare comportamenti diversi (in senso positivo) rispetto a quelli che i bambini mettono in atto a scuola. Le regole del rugby, diverse da quelle degli altri sport, si sono quindi rivelate costruttive per autocontrollo e compartecipazione dei giocatori;
    lo sport a scuola: il progetto viene proposto ormai da 4 anni. Arriverà un esperto esterno (lo stesso degli altri anni) per due ore mensili in ogni classe, a partire dal mese di novembre;
    crescere con la musica: per il secondo anno si propone il percorso musicale grazie alla filarmonica di Traona. Il maestro Marco coinvolge tutte le classi ogni lunedì per 50’. Lo scorso anno si è lavorato maggiormente sul canto corale, quest’anno inizieranno a essere introdotte conoscenze relative alle note e al solfeggio; inoltre il maestro presenta di tanto in tanto alcuni strumenti musicali. Sono previsti 10 incontri che si concluderanno con uno spettacolo (serata unica, il 16 dicembre). La novità è che si terrà in chiesa (sono già stati presi accordi con il nuovo parroco). In seguito al progetto, lo scorso anno si sono avute 7 nuove iscrizioni alla filarmonica, mentre quest’anno sono già 5. La valutazione delle insegnanti è molto positiva;
    caccia al tesoro a ritmo libero: lo scopo è la valorizzazione della cultura musicale alpina. Verranno coinvolti alcuni cori della zona, inoltre i bambini di 1° e 2° faranno delle danze di gruppo (2° quadrimestre) e i bambini di 3° e 4° B faranno un percorso di educazione musicale nella danza con i propri insegnanti. Il progetto si concluderà con una giornata a Morbegno a fine anno scolastico (lo scorso anno al polo fieristico, quest’anno nel chiostro di S. Antonio);
    piano piano lungo il sentiero Valtellina: continua il progetto di valorizzazione della pista ciclabile e dell’aula all’aperto presso l’isola della Pescaia;
    Continuità: nel secondo quadrimestre vedrà coinvolti i bambini di 5° con la scuola media e i bambini di 4° con la scuola dell’infanzia; le modalità sono ancora da definire;
    Giunti editori: si era pubblicizzata l’iniziativa al mese di maggio con lo scopo di avere nuovi libri per la biblioteca scolastica. Verranno consegnati a breve;
    Iperal bollini per la scuola: si chiede la collaborazione nel consegnare eventuali bollini raccolti presso il supermercato: verrà consegnato materiale didattico alle scuole;
    il milite non più ignoto: progetto triennale che scade il prossimo anno, si deve ancora decidere come portarlo avanti;
    bacheca: i bambini di 5° ne sono i responsabili, l’hanno abbellita e ne cureranno l’affissione di avvisi vari. Chiunque abbia locandine o avvisi da affiggere li può far avere direttamente alle insegnanti (devono essere iniziative rivolte a bambini/genitori/ famiglie e non iniziative private o a pagamento). Uno degli scopi è di favorire la comunicazione scuola/famiglia;
    Gita scolastica di 5°: si terrà a Verona l’11 aprile 2017, prevede una visita alla città romana e uno spettacolo interattivo all’interno dell’arena, in cui i bambini saranno i gladiatori. La bella novità di quest’anno è che per la prima volta tutti i bambini prenderanno parte alla gita!

    COMUNICAZIONI
    Insegnanti e rappresentanti concordano nel chiedere ai genitori di non sostare troppo nelle vicinanze del cancello al momento dell’uscita dei bambini, così da permettere una migliore visuale a tutti nella consegna dei bambini (soprattutto di 1°). Allo stesso modo all’ingresso chiedono di velocizzare la consegna dei bambini alle insegnanti.
    Le insegnanti chiedono alle famiglie una maggiore collaborazione nell’evitare entrate/uscite fuori orario dei bambini, in quanto questi restano agitati e il tutto si ripercuote sul lavoro dell’intera classe. Inoltre si chiede di rispettare le fasce orarie (sono segnate sul diario dei bambini dove c’è l’orario) onde evitare di interrompere una lezione.
    I colloqui scuola famiglia saranno il 23 novembre e il 19 aprile.

    Sono come al solito a disposizione per chiarimenti.
    Marina

  8. caterina ha detto:

    Buongiorno, le invio il verbale dell’ultimo interclasse da pubblicare sul blog. Grazie!
    Marina

    INTERCLASSE 18.5.’16

    Libri di testo: vengono visionati e approvati i nuovi testi scolastici per le classi 1° e 4° (2°, 3° e 5° tengono quelli già adottati). Tutti i nuovi testi rispettano le direttive di essere in duplice formato, cartaceo e digitale.

    Progetto Kids creative lab: vi hanno aderito la 2° e la 4° con la costruzione di un libro pop up. Il progetto è valutato molto positivamente dalle insegnanti per la metodologia che permette di mostrare dei contenuti con creatività e bellezza, utilizzando materiali nuovi per i bambini (ago, filo, carta copiativa, carta lucida, …). Si metterà un collegamento sul sito dell’istituto, oltre che sul blog.

    Valutazione di fine anno classe 4°.
    I bambini hanno sempre mostrato interesse e partecipazione attiva alle varie proposte delle insegnanti. Sono state apprezzate le metodologie didattiche attive utilizzate, seppur impegnative in termini di energie (infatti negli ultimi mesi i bambini fanno più fatica). L’obiettivo educativo principale consiste nel portare i bambini a essere autonomi, responsabili e cooperativi, sviluppando relazioni interpersonali significative e riflettendo sui comportamenti di gruppo. Purtroppo non sempre tutti i bambini sono riusciti a mantenere l’attenzione necessaria e a collaborare com’era richiesto.
    Le insegnanti segnalano difficoltà da parte di alcuni bambini nell’eseguire i compiti a casa: studio e rielaborazione personali sono necessari, così come capire di non aver capito. Si ritiene che spesso i bambini utilizzino gli strumenti informatici per giocare e non come strumento di apprendimento. Come nell’interclasse precedente le insegnanti segnalano una carenza da parte delle famiglie nell’aiutare in questa fase i propri figli. Li si vede grandi e autonomi, ma hanno ancora bisogno di essere aiutati e guidati, anche per apprendere strategie e metodologie di studio. Se li si perde adesso, alle scuole medie non si riuscirà più a recuperarli!
    Per quanto riguarda i risultati, c’è un gruppo di bambini autonomo, capace di interdisciplinarietà, un gruppo invece che ha maggiori difficoltà.
    Progetti. Continuità: valutato positivamente il percorso svolto con i 5 anni della scuola dell’infanzia. Si continuerà il prossimo anno. Gita: Valutazione molto positiva sia per il teatro che per il museo, anche perché le guide erano molto valide e parlavano in modo diretto e molto coinvolgente con i bambini. Concorso Opera don Guanella: è stato proposto un lavoro di gruppo. Fra circa 300 lavori presentati ne sono stati premiati 5 di cui uno di due bambini di 4° Traona. Sul blog e sul sito sono visibili i disegni.
    La rappresentante segnala alle insegnanti che la strategia delle crocette utilizzata per favorire la responsabilità di gruppo ha un po’ stancato i bambini, che non vi attribuiscono più significato; per questo si suggerisce di adottare una nuova strategia per il nuovo anno. Le insegnanti fanno presente che i bambini adesso sono stanchi per tutto, inoltre la strategia delle crocette al momento è utilizzata soltanto in mensa (dov’è necessaria anche perché non sono presenti sempre le insegnanti di classe ma altre insegnanti poco significative a livello educativo per i bambini). In classe vengono utilizzati i cartellini rossi (ogni 3 cartellini una nota). Si raccomanda alle famiglie di dire sempre ai bambini di parlarne con le maestre nel momento in cui si dovessero sentire nell’ingiustizia, anche perché non essendo i genitori presenti in classe non possono avere in mano gli strumenti necessari per valutare e chiarire . La strategia è sempre di discuterne insieme, in classe, compatibilmente con gli impegni scolastici. I problemi sono più facilmente risolvibili se si affrontano in classe; se si va a livello di famiglie si entra in un registro diverso.

    Progetti di plesso.
    Cantine. Il ricavato dello scorso anno è stato utilizzato in parte per l’acquisto di materiale didattico e di segreteria; € 720 per parte dei 4 PC acquistati a marzo utilizzando il contributo di € 800 della filodrammatica traonese e € 300 del concorso latte di Natale vinto dalla classe 4° due anni fa. Ci sono ancora dei fondi che verranno utilizzati per una LIM che non funziona e per i bambini con DSA, oltre che, eventualmente, per altri PC. Il progertto verrà riproposto il prossimo anno: le rappresentanti aderiscono all’iniziativa.
    Contributo per il diritto allo studio. Il comune ha dato dei fondi alla scuola, utilizzati per l’acquisto di attrezzi da giardinaggio, la costruzione di una serra, un contenitore per l’acqua piovana (che verrà collocato nei prossimi mesi.
    Sport di classe. Per i bambini a tempo pieno è arrivato un istruttore due volte al mese. L’esperto ha dato dei rimandi alle insegnanti di classe per la valutazione dei bambini. E’ molto bravo e competente. Nell’arco dell’anno non ha mai proposto giochi già fatti lo scorso anno. Il giorno 8.6.’16 sarà presente al mattino con i bambini proponendo attività di gioco.
    Aiutaci a crescere e regalaci un libro. Viene fatta questa proposta per avere dei libri da aggiungere alla biblioteca scolastica. E’ possibile aderire recandosi presso la libreria Giunti del Fuentes dall’1 al 31 agosto, indicando la scuola a cui si vuole destinare la donazione.

    Venerdì 17 giugno dalle 15.00 alle 17.00 verranno distribuite le pagelle.

  9. maestra Maria ha detto:

    Grazie Marina, molto precisa e puntuale 😉
    Buona lettura e grazie a tutti per la collaborazione.

  10. caterina ha detto:

    Buonasera maestra Maria. Come le avevo anticipato le invio il verbale dell’ultimo interclasse da pubblicare sul blog.
    Grazie!
    Marina

    Interclasse 27.1.’16
    * Buona scuola: grazie alla riforma è stato possibile avere dell’organico in più per l’Istituto. Ogni classe ha comunicato i propri bisogni e sono state concesse al plesso di Traona 22 ore di potenziamento che vengono effettuate dal maestro Sebastiano Condorelli e da Càssera Chiara. La classe 4° ne usufruisce per 4 ore la settimana, durante la mensa, così che le maestre di classe possano trascorrere un maggior tempo in classe in compresenza (2 ore al martedì e 2 al mercoledì), dividendo i bambini in gruppi.
    * PRESENTAZIONE DELLE CLASSI
    • Il 31 gennaio si chiude il primo quadrimestre per cui in questi giorni sono state somministrate le prove d’istituto, concordate a inizio anno a livello, per l’appunto, di istituto. Ciò significa che gli insegnanti sanno quali sono le conoscenze e gli apprendimenti che i bambini devono raggiungere nei tempi indicati, così che possano affrontare al meglio tali prove. Gli insegnanti comunicano gli esiti delle prove alle famiglie ma non possono mandare a casa le schede, in quanto queste vengono riutilizzate (seppur in parte modificate) negli anni successivi. E’ però possibile per i genitori visionarle in istituto.
    • Si chiede in generale di rispettare gli orari di entrata uscita, riducendo all’effettivo necessario le entrate/uscite nel corso della giornata. In particolare si chiede di non portare a casa i bambini durante l’orario del pranzo, per cui o escono alle 12.30, oppure alle 13.30.
    • CLASSE 4° – Le insegnanti sottolineano l’interesse dei bambini per i lavori proposti e la loro grande motivazione. Sono stati molto accoglienti nei confronti dei nuovi alunni arrivati, mostrando di aver compreso che la diversità è una ricchezza. Le maestre hanno proposto la disposizione dei banchi a isola così da favorire la cooperatività fra i bambini. Questi ruotano all’interno dell’isola e fra isole, cambiando spesso posizione; inoltre si distinguono i momenti di lavoro a tavolino dai momenti in cui si devono osservare LIM o lavagna. L’esperienza è molto positiva, in quanto consente ai bambini di comprendere che il lavoro non è soltanto individuale, ma di gruppo, e che questo può lavorare, aiutare, chiedere aiuto, aver bisogno degli altri elementi del gruppo stesso oppure può anche disturbare. Il lavoro a isole ha reso necessario l’inserimento di nuovi incarichi fra i bambini (capo gruppo), che favoriscono lo sviluppo della responsabilità personale del singolo e della consapevolezza delle regole. Le insegnanti chiedono alle famiglie di prestare sempre molta attenzione alle richieste della scuola, in quanto se è vero che i bambini sono cresciuti e sono più autonomi, è altrettanto vero che hanno ancora bisogno della presenza e della guida delle famiglie che li accompagnino nella loro crescita!
    Un gruppo di bambini è molto brillante, un gruppo è autonomo nello svolgimento dei lavori, ma necessita di attenzione da parte delle insegnanti, mentre pochi sono i bambini che ancora necessitano di essere guidati.
    Al termine della relazione la rappresentante mostra le perplessità dei genitori relativamente alla produzione scritta e orale, in quanto da parte delle famiglie sembrerebbe necessario implementarle anche per favorire il difficile lavoro di sintesi dei concetti appresi dai bambini a scuola. Chiede quindi una spiegazione da parte delle insegnanti che vedono le cose dall’altra faccia della medaglia, così da poterne comprendere le motivazioni e le strategie adottate. Innanzitutto rispondono le insegnanti di classe dicendo che:
    – le interrogazioni a scuola vengono svolte chiedendo prima ai bambini di esporre, dopo di che i compagni fanno delle domande per permettere di meglio approfondire l’argomento; quando i bambini intervengono viene richiesto di utilizzare un linguaggio specifico.
    – non è necessario uno studio mnemonico (come si faceva ai nostri tempi!!!), in quanto oggi ci sono molte più fonti, oltretutto interattive, cui attingere conoscenze. Queste devono essere fatte proprie dai bambini grazie a collegamenti fra le materie e confronti fra esperienze diverse. Lo studio mnemonico porta a dimenticare le conoscenze, perchè queste non sono state fatte realmente proprie dai bambini. Altra cosa è ovviamente lo studio di poesie o tabelline a memoria.
    – è necessario che i bambini attivino tutte le proprie conoscenze: scolastiche, familiari, esperienziali.
    – quando sul diario c’è scritto “studiare” il lapbook o alcune pagine dei libri si intende che li devono leggere e ripetere (ai bambini è stato detto più volte che studiare = leggere + ripetere).
    Prosegue una lunga discussione cui prendono parte tutti gli insegnanti del plesso. Ne emerge che:
    – è necessaria anche da parte dei genitori una grande attenzione al lessico dei figli, molto povero e poco preciso; i bambini di oggi non sono più nemmeno abituati a chiedere il significato delle parole. Noi adulti lo diamo per scontato ma non lo è! Dobbiamo essere noi a chiedere loro se conoscono il significato di alcuni termini e farcelo spiegare;
    – è necessario correggerli fin da piccoli quando sbagliano la pronuncia delle parole, altrimenti poi sbaglieranno a scriverle!
    – li si deve incoraggiare a utilizzare i termini e le preposizioni corretti così come a usare i sinonimi.
    – li si deve incoraggiare a raccontare le proprie esperienze, quello che fanno a scuola, la gita, …
    In poche parole tutti gli insegnanti sono d’accordo sul dire che le famiglie devono essere le prime ad ascoltare i bambini e a correggerli!
    La totalità degli insegnanti concorda nel sostenere che l’esposizione orale è forse l’aspetto più difficoltoso da apprendere.

    * PROGETTI
    – “Terra da amare e conservare”: il progetto verrà ripreso con la bella stagione (serra, orto, aiuola, …). La donazione della filodrammatica (vd interlclasse precedente) è stata in parte integrata dai soldi raccolti durante le cantine ed è stata impiegata per l’acquisto di alcuni PC.
    – “Every time english”: nel primo quadrimestre si è affrontato in modo diverso a seconda delle classi l’argomento mensa (in 4° le caratteristiche nutrizionali) arricchendo il lessico specifico; nel secondo quadrimestre si parlerà di educazione stradale (pedoni e ciclisti).
    – “Frutta nella scuola”: la Regione non ha ancora dato risposta.
    – “A scuola di sport”: è arrivato un nuovo finanziamento, solo per le classi a tempo pieno. A partire da febbraio sarà presente due volte al mese lo stesso esperto dello scorso anno. L’insegnante di 4° comunica che ci saranno dei cambiamenti d’orario per l’attività di motoria in quanto l’esperto verrà ogni 15 giorni, al venerdì. Sarà premura dell’insegnante comunicare i cambiamenti alle famiglie.
    – “Kids creative lab”: è arrivato il materiale per tutte le classi per la creazione di libri pop up.
    – “Crescere con la musica”: il progetto, che si è concluso con lo spettacolo natalizio, è stato valutato da tutti in modo estremamente positivo. E’ stato interamente finanziato dalla filarmonica. Si spera si possa proseguire nei prossimi anni; inizialmente si erano ipotizzati tre anni di percorso. Si segnala che alla filarmonica sono giunti nuovi iscritti: 6 alunni e un’insegnante.
    – Musica: a livello di istituto si stanno prendendo contatti con i cori già esistenti in zona (Cech, Retico, Valtellina e Gospel Delebio) per incontri formativi in classe con gli alunni. Si intende costruire un calendario sui prossimi tre anni. Per quest’anno si potrà iniziare a dare visibilità alle classi (canto e danza) sia alla mostra del collezionismo (c/o Polo fieristico di Morbegno 13-15 maggio ’16) sia alla festa dei costumi tradizionali (Traona, giugno ’16).
    – “Piano piano lungo il sentiero Valtellina”: presso l’Isola della Valletta sono già stati collocati tavoli, panchine e bacheche (ancora vuote) dell’aula all’aperto, che verrà inaugurata il 13 maggio.
    – “Continuità”: come spiegato nell’interclasse precedente si svolgeranno i consueti incontri con i bambini di 5 anni della scuola dell’infanzia per la prima volta con la classe 4°. In questo modo il prossimo anno si potrà riproporre il progetto di affiancamento dei bambini di 5° con quelli di 1° (progetto che è nato in modo spontaneo e che sta portando molti frutti anche a livello comportamentale, relazionale e di maturità nei bambini della 5°). Le insegnanti stanno già abbozzando il percorso che probabilmente consisterà in lettura animata in gruppi misti. Gli incontri si svolgeranno nei mercoledì di aprile e saranno della durata di un’ora.

    * VARIE ED EVENTUALI
    – Le insegnanti portano a conoscenza i genitori di episodi spiacevoli che si sono verificati sul pulmino che arriva dalla Valletta. In particolare un bambino si è lamentato di essere stato deriso e picchiato da altri bambini. Riconoscendo la potenziale gravità della situazione e volendo prevenirne di altre la si vuole condividere con tutti i genitori affinchè, con calma e senza ingigantire eccessivamente la cosa, ne parlino con i propri figli, per comprendere eventuali disagi o comportamenti scorretti. Si vuole affrontare insieme la cosa anche per far comprendere alle famiglie interessate di non essere sole ad affrontare il disagio.
    – Il giorno 17 febbraio ci sarà la consegna delle pagelle.
    – Un’insegnante sottolinea con molta amarezza la scarsissima affluenza dei genitori di Traona alle urne per le elezioni del nuovo consiglio d’Istituto, svoltesi a novembre 2015. Soltanto l’11,5% dei aventi diritto al voto sono andati ad esprimere la propria preferenza, con il risultato che un solo genitore di Traona è potuto entrare a far parte dell’organo scolastico più importante. Non mancavano i candidati, ma è mancato loro il dovuto sostegno. La presenza dei genitori nel Consiglio di’Istituto consente di condividere e sostenere maggiormente i progetti e le iniziative specifiche del plesso di Traona (si fa l’esempio che Mello ha avuto un’alta affluenza, con due genitori eletti; questo perchè tutti si sono mobilitati visto che la scuola è a rischio chiusura!). Sul bollettino comunale è stato pubblicato un articolo in merito. La domanda che emerge con forza e che ognuno di noi dovrebbe porsi è: “i genitori che valore danno alla scuola?”.

    Resto naturalmente a disposizione se qualcosa non fosse chiaro!
    Ciao a tutti
    Marina

  11. maestra Maria ha detto:

    Grazie a Marina, la nuova rappresentate dei genitori della classe 4^!

  12. Buongiorno maestra Maria. Come già facevano le rappresentanti gli anni scorsi “sfrutto” anch’io il blog per comunicare con tutte le famiglie. Invio quindi il verbale della prima riunione di interclasse del 4 novembre 2015 chiedendole la cortesia di pubblicarlo.
    Grazie mille Marina

    Interclasse 4.11.’15
    * Insediamento interclasse: funzioni, diritti e doveri dei genitori rappresentanti. Per chi volesse approfondire veda la circolare ministeriale 274/1984 oppure consulti il sito dell’istituto. Si sottolinea che in questa sede si dovranno affrontare temi, problematiche o proposte relative alle classi (la maggioranza dei genitori) e non dei singoli. In caso di necessità specifiche per la classe può essere richiesta un’assemblea di classe.

    * PROGETTI DEL PLESSO

    1. Ricominciamo con ritmo: accoglienza degli alunni della prima classe. Si è svolto in palestra, il 23 settembre: i bambini della scuola sono stati coinvolti per la realizzazione e l’organizzazione della giornata. In modo particolare i bambini di 5° avevano preparato dei giochi in scatola da regalare a quelli di prima. Durante i primi giorni di scuola i bambini di 5° sono andati in 1° a spiegare le regole dei giochi, che adesso vengono utilizzati nei dopomensa. Si è instaurato un buon rapporto fra i bambini delle due classi, che si cercano e giocano insieme anche in cortile. Coinvolti attivamente anche i genitori di prima.

    2. Una terra da amare e conservare – 2° anno. Collaborazione con varie realtà del territorio (Comune, Pro Loco, Filarmonica, …) per:
    • cura e il mantenimento di alcune zone esterne alla scuola (cortile, aiuola in particolare);
    • realizzazione di una serra con modalità da concordare con il comune. I bambini sono molto attivi e motivati in questo tipo di attività;
    • Cantine aperte: bambini e genitori coinvolti insieme per il medesimo progetto;
    • partecipazione dei bambini (in modo particolare di 4° e 5°) alla celebrazione per i caduti in guerra che si terrà il giorno 8.11.’15 in piazza Caduti. Il comune manderà invito ufficiale ai bambini della scuola; il dirigente lo pubblicherà sul sito. Saranno i genitori a dover accompagnare i bambini; gli insegnanti non possono per via della responsabilità. I bambini canteranno l’Inno di Mameli che stanno imparando con il maestro di musica all’interno del progetto musicale con la filarmonica di Traona. Si ipotizza una prova canti venerdì sera. Ci faranno sapere.
    • Canti di Natale: spettacolo per le famiglie;
    • …
    Si sottolinea positivamente la grande collaborazione con diverse realtà territoriali del paese, da conoscere, scoprire e valorizzare.

    3. Kids creative lab. Alcune classi, fra cui la classe 4°, hanno già aderito a questo progetto che prevede la realizzazione di un libro pop up, facendo riferimento all’artista Bruno Munari e al suo metodo. Alle classi verrà fornito un kit con il materiale necessario.

    4. Progetto Frutta nelle scuole (a cui si era già aderito altri anni). Si è fatta domanda in Regione per poter partecipare al progetto, ma si è ancora in attesa della risposta. Il tutto consisterebbe nell’avere, per alcuni giorni e periodi stabiliti, la frutta o la verdura fresche fornite ad ogni bambino per l’intervallo.

    5. A scuola di sport. Progetto promosso da CONI e MIUR, in continuità con quello realizzato nel secondo quadrimestre dello scorso anno. La scuola ha fatto domanda, ma il progetto non è stato finanziato (nessuna scuola ha ottenuto finanziamento in provincia di Sondrio nè di Lecco; sono stati favoriti plessi più grossi!). Ritenendo il progetto molto valido si è fatta interrogazione al provveditorato. Le possibilità sono: o avere insegnanti aggiuntivi (speranza peraltro realistica riferendosi alla riforma “Buona scuola”); oppure coprire la spesa per l’esperto che verrebbe utilizzando il ricavato della vendita torte delle cantine. Il corpo docente ritiene che il progetto è importante sia perchè l’esperto che c’è stato lo scorso anno è stato molto competente e ha saputo tarare il tipo di attività in base all’età dei bambini, con proposte specifiche; sia perchè molti bambini presentano un grosso impaccio motorio (non sanno afferrare una palla, palleggiare, dosare la forza nel rilanciarla, …). Nei due anni precedenti l’esperto è arrivato senza costi aggiuntivi per la scuola, in più sono state donate attrezzature per un valore di circa 500 euro.

    6. Every time english. In collaborazione fra le insegnanti di classe e le insegnanti di inglese si utilizzerà la lingua inglese in più discipline. In modo particolare si affronteranno due tematiche: la mensa (regole, utilizzo delle posate, …) e l’educazione stradale (pedoni e ciclisti), aumentando anche il lessico inglese dei bambini.

    7. Crescere con la musica. La filarmonica di Traona finanzia la presenza di un insegnante per circa 50′ per classe ogni lunedì. Obiettivi: aumentare le conoscenze musicali (anche tecniche) dei bambini e favorire nuove adesioni alla filarmonica. Si vuole organizzare uno spettacolo per Natale magari in due serate (c/o auditorium). La filarmonica ha proposto il progetto per tre anni. I bambini di 5° stanno anche già iniziando a suonare uno strumento. Si utilizza la pianola acquistata con i soldi delle cantine. Si aggiunge che la filodrammatica lo scorso anno aveva organizzato uno spettacolo i cui proventi erano destinati alla scuola. Visto che l’incasso era stato abbastanza contenuto, la filodrammatica ha aggiunto un suo contributo, che darà alla scuola in PC portatili!
    Si specifica che quest’anno non verrà organizzata la consueta fiera del libro, sia perchè è già stato chiesto tanto alle famiglie, sia perchè il Centro Culturale traonese ha donato alla Primaria all’incirca 150 libri, che sostituiranno quelli vecchi e consumati presenti nelle biblioteche di classe.

    8. Piano piano lungo il sentiero Valtellina. Per favorire l’integrazione delle nuove tecnologie nei processi d’insegnamento, valorizzare la presenza di esperti e favorire l’acquisizione di buone pratiche di comportamento nei confronti dell’ambiente. La scuola ha adottato una parte dell’Isola (nuova passerella pista ciclabile sull’Adda) per la realizzazione di un’aula all’aperto. Lì si terranno ad esempio le lezioni di educazione stradale cui si è accennato prima.
    Tutti i progetti sono presentati sul sito dell’istituto (icona sulla destra della home page). Tutti i progetti prevedono obiettivi disciplinari inerenti ai programmi scolastici.

    * PROGETTI DELLE CLASSI

    4°- Progetto continuità: La novità di quest’anno consiste nel fatto che il progetto con i grandoni dell’asilo non vedrà più coinvolti i bambini di prima, bensì quelli di 4°. Il prossimo anno saranno in 5° e saranno loro ad accogliere e prendersi cura dei piccoli (si è per così dire istituzionalizzata una realtà che si è concretizzata quest’anno spontaneamente). Il progetto nello specifico è ancora da definire e si svolgerà in primavera.

    – Latte di Natale. Promosso dalla latteria di Chiuro a favore del Centro Rita Tonoli. Tema: “Ritrovare il sorriso”. In classe si è affrontato il discorso dei bambini che non sorridono più, cercando di favorire il “vedere” le emozioni e il dare loro un nome da parte dei bambini. Cosa peraltro molto difficile.
    Aggiungo soltanto di un progetto della classe 5°: la bacheca della scuola. Da quest’anno saranno i bambini di 5° a prendersene cura, preparando il materiale da apporvi (es. la poesia di ringraziamento ai genitori per il lavoro svolto per le cantine). L’insegnante sollecita tutti i genitori a portare suggerimenti o proposte da far veicolare ai bambini. La bacheca vuole diventare strumento di contatto con il territorio.

    * GITE

    La 4° andrà a Milano il 29 gennaio secondo il programma già inviato alle famiglie. Sono state coinvolte altre classi (di altri plessi) per abbattere le spese dei pullman.
    Una delle rappresentanti dei genitori propone di abbattere il costo delle gite scolastiche utilizzando parte dei soldi ricavati dalle cantine. In realtà il Consiglio d’Istituto già alcuni anni fa aveva valutato la possibilità, ma l’aveva esclusa in quanto la scelta delle famiglie di non far partecipare un figlio alla gita può essere di vario genere (non soltanto economico) per cui si era optato per un rispetto della privacy delle singole famiglie. L’invito di un insegnante è anche di sfruttare l’occasione per insegnare ai bambini il valore dei soldi e a rinunciare a qualcosa per utilizzare i loro risparmi per coprire parte della spesa per la gita.

    * VARIE ED EVENTUALI

    – Un sentito ringraziamento da parte di tutto il corpo insegnante ai genitori (mamme e papà) che in vario modo si sono impegnati per l’iniziativa delle cantine. E’ possibile vedere i video dell’iniziativa sul sito. Sono stati raccolti 1613,50 euro in due giornate! Lo scorso anno sono stati utilizzati per: materiale per lo spettacolo finale di Opera Domani (euro 300); tastiera (139); compassi, goniometri, carta plastificata, pennarelli; amplificatore (500). Resta ancora qualcosa a cui si aggiungono quelli di quest’anno. Il tutto verrà utilizzato per il plesso di Traona e viene tenuto da un genitore per evitare troppa burocrazia.

    – Viene riproposta la raccolta degli incarti delle figurine dei calciatori che lo scorso hanno ha fruttato materiale per un valore di 500 euro. Non se ne sponsorizza l’acquisto, ma se qualcuno già le compra… (classe 3°).

    – Domenica 22 e lunedì 23 novembre elezioni per il rinnovo del Consiglio d’Istituto. Siamo tutti calorosamente invitati a votare.

    – Sabato 7 novembre nel pomeriggio tutti gli insegnanti parteciperanno a un corso sulla disostruzione pediatrica proposto lo scorso anno dalla rappresentante dell’allora 3° classe.

    – Per il momento il registro elettronico è aperto ai genitori solo per la scuola media. Il dirigente valuterà il da farsi per la scuola primaria.

    Se non vi fosse chiaro qualcosa chiedetemi pure!
    Ciao a tutti!
    Marina

  13. maestra Maria ha detto:

    Salve a tutti i genitori! Abbiamo mandato il sondaggio per la visita guidata che proponiamo per quest’anno, vi aggiungo due link al sito per poter capire meglio:
    Link:
    Teatro Trebbo,visione spettacolo “In viaggio sul Nilo”
    Visita al Museo Egizio

scrivi il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...