Parlare di ISIS ai bambini

cop_parlare-di-isis-ai-bambini_590-1115-6Parlare di ISIS ai bambini,  questo è il titolo del libro a cura di Dario Ianes, di Alberto Pellai, Edgar Morin, Riccardo Mazzeo, Marco Montanari, ed. Erickson.

La maestra ha letto questo libro per informarsi da una fonte attendibile, che desse garanzia di correttezza e adeguatezza a contenuti e destinatari. L’argomento è complicato e delicato. La maestra si è aiutata anche con un video di una studentessa, solo per guidare l’argomento visivamente, con la cartina del Medio Oriente e le scritte su cui fermarsi per dare spiegazioni e fissare le informazioni più adatte.

Uno stimolo e collegamento è stato lo studio delle antiche civiltà che hanno abitato questi luoghi (vedi QUI)

Alcune schermate ricavate dal video per ricordarci il percorso

cliccare su un'immagine per ingrandire e scorrere tutta la galleria

Le riflessioni scaturite in classe sulle guerre in medio oriente:

7a-riflessioni

Due militanti dell’Isis con la loro bandiera di guerraisis-bandiera-2

Alcuni consigli tratti dal libro su come lavorare per evitare guerre e fanatismi (comportamenti che portano a giustificare contrasti e violenze)

  • Imparare a conoscere, a costruire e correggere le nostre conoscenze perche è facile cadere in errore (di superficialità, di presunzione, di adorazione).
  • Supplire al bisogno di fede, avventura, esaltazione utilizzando modalità pacifiche come l’amore e la fratellanza fra i popoli: bisogni profondi, comuni a tutti gli uomini.
  • Essere capaci di farci stupire dalle capacità di altri popoli e saper stupire loro con le nostre diverse competenze, perchè il convivere diventi una ricchezza per tutti.
  • Utilizzare la cultura e le arti per riuscire a comunicare fra popoli diversi: buoni libri, cinema, teatro, pittura… possono unire.
  • Prestare molta attenzione, cautela e rispetto fra i diversi per evitare fraintendimenti.

(Aggiornamento) Lavoro in classe del 03-11-2016

Abbiamo letto, ripensato e ragionato sulle conseguenze delle guerre in Medio Oriente, abbiamo cercato di immaginare cosa noi faremmo in una situazione simile: molti fuggirebbero, altri reagirebbero con la violenza, ma molti non si sono espressi, come la maggioranza delle popolazioni, perchè è molto difficile prendere la giusta decisione.

Abbiamo scoperto anche il significato delle bandiere, alcune compagne di lingua araba ci hanno letto e tradotto le scritte. Abbiamo capito che la copertina del libro copia la bandiera di guerra dell’ISIS, il cerchio è un sigillo, le scritte sono religiose, parlano di Maometto e del loro Dio.

Abbiamo poi cercato di capire i consigli per evitare le guerre:

1- fare attenzione a quello che impariamo, a correggere le nostre conoscenze, che non siano superficiali, arroganti o troppo importanti. La conoscenza ci deve rendere liberi ma responsabili! Alcuni bambini non ritengono la nostra scuola “libera”, si sentono troppo costretti e per un tempo scuola troppo lungo. Ma quello che si impara a scuola ci aiuta ad essere più liberi? Alcuni hanno risposto di sì. Speriamo sia così, ma quanta fatica ci vuole!

————————————–

Per compito copiare le bandiere e le riflessioni dal blog, perchè se in classe si discute, a casa si deve scrivere, disegnare,  leggere,  studiare… tutti lavori che non richiedono la presenza del gruppo e dell’insegnante, basta un computer in rete!

Buon lavoro ragazzi!


Aggiornamento al 10.11.2016

Dal commento di Francesca di ieri:

Quindi stampa della sintesi dell’ultima conversazione per aggiornare il quaderno, coloriamo gli angoli di nero delle pagine su argomento ISIS, che sospendiamo per continuare i programma di storia: LE CIVILTÀ DELLA GRECIA

______________________________________________________

(le immagini delle bandiere sono prese dal web)

Annunci

Informazioni su maestra Maria

Maria Valenti insegnante in classe 5^, nella Primaria di Traona (So), con matematica, scienze, storia + mensa e dopomensa - a.s. 2016/17 (il mio ritratto: copia dal vero di una mia alunna)
Questa voce è stata pubblicata in CLASSE 5^, Didattica inclusiva, GEOGRAFIA, STORIA e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

scrivi il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...