Cultura greca

Grandi uomini e grandi idee: i Greci e Archimede

Aristotele, che fu anche maestro di Alessandro Magno, l’imperatore macedone, è stato un filosofo e uno scienziato greco.

Nel video  Alessandria d’Egitto, il suo faro, la biblioteca…

L’astrologo Tolomeo, l’ingegnere Erone di Alessandria

La Scuola di Atene è un affresco (770×500 cm circa) di Raffaello Sanzio, databile al 1509-1511 ed è situato nella Stanza della Segnatura, una delle quattro “Stanze Vaticane”, poste all’interno dei Palazzi Apostolici. Rappresenta una delle opere pittoriche più rilevanti dello Stato della Città del Vaticano, visitabile all’interno del percorso dei Musei Vaticani.

619px-sanzio_01Video che spiega:

  • Altre informazioni su questo grande affresco che ci fa capire la grandezza della cultura degli antichi greci:

La scuola di Atene (affresco di Raffaello)

Se avevi qualche dubbio sui rapporti tra matematica e le altre discipline, scientifiche e letterarie l’osservazione attenta di questa immagine te li dissolverà.
L’immagine è il grande affresco della Scuola di Atene di Raffaello Sanzio posto nella “Stanza della Signatura” in Vaticano.
Guardiamo insieme l’affresco.
Prova a tracciare una linea orizzontale all’altezza del quarto gradino. la raffigurazione si divide così in due parti.
Al di sotto della linea troviamo rappresentate alcune discipline (segui da sinistra nella figura):

  • la matematica, rappresentata da Pitagora, seduto di profilo mentre scrive le sue” Tavole Armoniche “; dietro a lui, con un turbante in testa si affaccia il filosofo Averroè, più avanti un uomo in piedi indica su un libro una dimostrazione;

  • la geometria, rappresentata da Euclide, sulla destra, che è chinato e misura una figura disegnata su una lavagna, spiegandola a quattro giovani scolari;

  • l’astronomia, la cartografia rappresentata da Tolomeo, astronomo del II sec. p.c., a destra, di spalle con nella mano sinistra la sfera celeste;

  • l’astrologia, rappresentata da Zoroastro, profeta di incerte origini vissuto nel VII sec. a. c., è l’ uomo di fronte a Tolomeo con la sfera celeste nella mano destra.

  1. Al di sopra della linea tracciata, è invece rappresentata la filosofia: al centro i due grandi filosofi greci, Platone (le cui sembianze ricordano Leonardo da Vinci) e Aristotele, che avanzano ognuno con un libro in mano, discutendo.

  2. Sui gradini che separano i due gruppi di persone, un vecchio seduto rappresenta il filosofo Diogene, vissuto nel IV sec. a.C., che predicò il ritorno alla natura e l’abolizione del superfluo.
    Ma su questa linea un’ altra figura è importante: è un giovane che sale le scale e che si lascia alle spalle gli studi della matematica, della geometria, dell’astronomia e della cartografia e va verso gli studi filosofici.

La metafora che l’autore sembra volerci comunicare è questa: l’affinità tra studi scientifici e studi filosofici, ma la priorità di questi ultimi per trovare i destini dell’uomo.

(tratte da http://www.agi.it/blog-italia/)

Annunci

Informazioni su maestra Maria

Maria Valenti insegnante in classe 5^, nella Primaria di Traona (So), con matematica, scienze, storia + mensa e dopomensa - a.s. 2016/17 (il mio ritratto: copia dal vero di una mia alunna)
Questa voce è stata pubblicata in CLASSE 5^, STORIA, video e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

scrivi il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...